acrase maria lai -  associazione culturale i sardi a roma

Elenco delle maggiori presentazioni/manifestazioni degli ultimi 7 anni

Manifestazione concerto dei Tazenda “S’Istoria”  12.01.2017

Tazenda Auditorium Roma 12 gennaio 2017

Il successo è stato notevole con la platea della Sala Petrassi ( 1200 posti) esaurita. Il pubblico ha vivamente apprezzato la prima parte dello spettacolo in cui Gino Marielli, Gigi Camedda e Nicola Nite si sono avvicendati a turno nel racconto, in una chiave teatrale e musicale molto intima, di alcuni aneddoti che hanno segnato il loro percorso personale e artistico e che hanno finito per foraggiare e confluire nel progetto Tazenda. Intimo e toccante il momento in cui Marielli descrive l’incontro con l’indimenticabile Andrea Parodi a cui è stato di recente dedicato il brano “ Sa oghe”. Al racconto degli esordi si sono alternati brevissimi intermezzi musicali in cui i tre, coadiuvati a turno dai componenti dell’inseparabile band, che man mano si andava formando sul palco, hanno dato saggio delle proprie abilità regalando al pubblico delle brevi clip di cover che hanno influenzato i loro gusti musicali in giovinezza. A seguire un vero e proprio concerto, anch’esso inedito per via degli arrangiamenti completamente rivisitati in chiave acustica. Per la prima volta nella loro storia i Tazenda hanno, infatti, lasciato a casa le chitarre elettriche, il basso elettrico e gran parte delle sequenze in favore dei liuti per raccontare il meglio del loro repertorio ormai trentennale. In modo diverso, mettendosi nelle mani della creatività, della spontaneità e degli strumenti acustici la band ha regalato un nuovo capitolo alla sua storia suonando strumenti insoliti come hang, mandolino, banjio, chitarre di ogni tipo, djiembè, darbuka, cajon, drum machine e tanto altro.

Il successo è stato notevole con la platea della Sala Petrassi ( 1200 posti) esaurita. Il pubblico ha vivamente apprezzato la prima parte dello spettacolo in cui Gino Marielli, Gigi Camedda e Nicola Nite si sono avvicendati a turno nel racconto, in una chiave teatrale e musicale molto intima, di alcuni aneddoti che hanno segnato il loro percorso personale e artistico e che hanno finito per foraggiare e confluire nel progetto Tazenda. Intimo e toccante il momento in cui Marielli descrive l’incontro con l’indimenticabile Andrea Parodi a cui è stato di recente dedicato il brano “ Sa oghe”. Al racconto degli esordi si sono alternati brevissimi intermezzi musicali in cui i tre, coadiuvati a turno dai componenti dell’inseparabile band, che man mano si andava formando sul palco, hanno dato saggio delle proprie abilità regalando al pubblico delle brevi clip di cover che hanno influenzato i loro gusti musicali in giovinezza. A seguire un vero e proprio concerto, anch’esso inedito per via degli arrangiamenti completamente rivisitati in chiave acustica. Per la prima volta nella loro storia i Tazenda hanno, infatti, lasciato a casa le chitarre elettriche, il basso elettrico e gran parte delle sequenze in favore dei liuti per raccontare il meglio del loro repertorio ormai trentennale. In modo diverso, mettendosi nelle mani della creatività, della spontaneità e degli strumenti acustici la band ha regalato un nuovo capitolo alla sua storia suonando strumenti insoliti come hang, mandolino, banjio, chitarre di ogni tipo, djiembè, darbuka, cajon, drum machine e tanto altro.

Presentazione del libro “Le dee del miele” di Emma Fenu 16.12.2016

L’evento si è svolto al Teatro Kopò, via Vestricio Spurinna 47. Insieme all’autrice del libro, Emma Fenu, sono intervenuti: Fabrizio Strafile, giornalista parlamentare; Maria Vittoria Migaleddu, Sabina Cedri, ricercatrice universitaria e semiologa; Marta Ajò, scrittrice attiva per i diritti delle donne. L’attrice Valeria Magistro ha letto diversi brani tratti dal libro che è una Il libro è una saga familiare al femminile ambientata in Sardegna Emma Fenu è una giovane scrittrice, nata e cresciuta ad Alghero, che attualmente, dopo un periodo trascorso in Medio Oriente, vive a Copenhagen. Laureata in Lettere e Filosofia, con un dottorato in Storia delle Arti, si occupa di storia delle donne e di letteratura e gestisce il blog “Cultura al femminile” A conclusione dell’evento è stato offerto un rinfresco con prodotti e vini provenienti dalla Sardegna

Presentazione libro “Tracce di migranti“ di Mauro Biani 06.12.2016

Mauro Biani - Tracce di Migranti
Mauro Biani

La presentazione del libro del noto fumettista Mauro Biani racconta attraverso i suoi efficaci ed ironici fumetti tante storie di emigrazione ed esclusione. L’evento è stato realizzato in collaborazione con l’Associazione Libera nella sede dell’Associazione ACRASE MARIA LAI in Via Annone. Ne hanno parlato con l’autore Giuseppe De Marzi dell’Associazione Libera, Sonia Manzi dell’Esperienza Baobab, coordinati dal giornalista Albo Benassi. L’evento si concluso con un rinfresco con specialità gastronomiche e vini sardi a cui hanno partecipato le numerose persone intervenute all’evento.


Evento teatrale “Marcella o dell’uccisione dell’anima” 29.11.2016

Il monologo teatrale, ambientato in una Sardegna contemporanea affronta il problema della violenza domestica, raccontando il percorso di maturazione e presa di coscienza di una donna vittima della brutalità del marito. E’ stato portato in scena nell’ambito di un convegno, organizzato dalla suddetta ONLUS nella giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, a cui hanno partecipato psichiatre , antropologhe, giuristi, avvocati ed esperte di genere.

Manifestazione “Bonaria Manca” 26.11.2016

La mostra/evento dedicata all’artista Bonaria Manca, è stata realizzata in collaborazione con l’Associazione per Bonaria Manca, nei locali dell’Associazione ACRASE Maria Lai Bonaria Manca, nata ad Orune nel 1925, immigrata con la famiglia a Tuscania nel 1948, ha incominciato a dipingere agli inizi degli anni 80, in particolare, affrescando le pareti della sua casa che ora è finalmente tutelata come patrimonio culturale dal Ministero dei Beni Culturali. Scoperta alla fine degli anni 80 da Jean-Marie Drot, allora Direttore di Villa Medici, l’Accademia di Francia a Roma, è ora considerata un’esponente importante e originale della cosiddetta “art brut” Durante la manifestazione è stata esposta una selezione delle sue opere il cui valore artistico è stato illustrato dalla Storica dell’Arte Rossella Faraglia e dalla restauratrice Dominique Queloz che si è, in particolare, soffermata sui problemi di conservazione e restauro dell’opera dell’artista. All’evento sono intervenuti Gemma Azuni dell’Esecutivo FASI, Maurizio Fiasco, Presidente dell’Associazione per Bonaria Manca, Paola Manca, nipote dell’artista mentre l’attrice Maria Rosalba Mereu ha letto alcuni testi di Bonaria Manca. E’ stato quindi proiettato il film “ La serénité sans carburante” di Marie Famulìckì, una produzione francese sull’artista. La serata, a cui era presente anche il Presidente del Circolo Sardo di Madrid, ha visto una foltissima partecipazione di pubblico, tra cui molti non soci e si è conclusa con un momento conviviale con vini e prodotti sardi

Presentazione del libro “Casa di Morti” di Francesca Farina ed esibizione del coro Doria di Chiaramonti  24.04.2016

L’evento si è svolto presso la nostra sede sociale in via Annone 4/d, alla presenza di un folto pubblico. Si è articolato nell’esibizione del Coro Doria di Chiaramonti, uno dei non numerosi cori femminili in Sardegna, diretto dal Maestro Salvatore Moraccini, con un ricco repertorio composto da canti sardi sacri e profani, nonché da numerose poesie di poeti chiaramontesi musicate dal direttore. Gemma Azuni e Maria Vittoria Migaleddu hanno poi presentato, insieme all’autrice, il libro “Casa di Morti” di Francesca Farina. Il romanzo, attraverso una suggestiva saga familiare, ricca di storia e legende, ci descrive una Sardegna realistica e allo stesso tempo magica.

Manifestazione “Francesco e Grazia Dore. Impegno e poesia dalla Barbagia” 30.01.2016

La manifestazione “Francesco e Grazia Dore. Impegno e poesia dalla Barbagia” si è svolta presso la sede sociale dell’Associazione in via Annone 4/d e ha riguardato le figure di Francesco Dore (Olzai 1860-1940), politico (deputato al Parlamento dal 1913 al 1921), medico, pubblicista e intellettuale, che è stato un personaggio di grande interesse nel periodo, a cavallo tra 800 e 900, cruciale per la vita politica e sociale della Sardegna. Grazia Dore, sua figlia, nata a Orune nel 1908, si è formata a Roma dove, nel Ie scrittrice di raffinata abilità narrativa e poetica (nel 1953 Pier Paolo Pasolini scrive la prefazione alla sua raccolta di poesie Giorni) nel 1968 ritorna ad Olzai dove si spegne nel 1984 . Ne hanno parlano: Gemma Azuni, gia vice presidente dell’Assemblea Capitolina e nativa di Olzai, Lorenzo Dore, nipote e autore di un libro sul nonno Francesco Dore, il sociologo Prof.Maurizio Fiasco, alunno di Grazia Dore, e il Prof. Guido Melis, docente universitario di Storia delle Istituzioni Amministrative, autore della prefazione del libro di Lorenzo Dore. L’attrice Rosalba Mereu ha letto alcune poesie di Grazia Dore La manifestazione è stata seguita da un gran numero di persone (soci e ospiti), oltre una decina delle quali ha dovuto restare in piedi, essendo tutti i posti a sedere esauriti. Durante il rinfresco finale con prodotti tipici si è continuato a discutere e a scambiare opinioni sulla famiglia Dore che, oltre ai due esponenti di cui si è parlato, comprende anche altri personaggi rilevanti nella storia della cultura, politica e impegno sociale che hanno operato tra la Sardegna e Roma.

Manifestazione “Sardegna: scrigno di biodiversità” 23.01.2016

La manifestazione si è svolta presso la Sala Convegni de La Città dell’Altra Economia ed è stata aperta dall’interessantissimo intervento del Dr. Guy D’Hallewin, ricercatore dell’ ISPA-CNR di Sassari che ha illustrato i numerosi endemismi frutticoli della flora sarda indicando per ciascuno a le proprietà nutritive e anche, molto spesso, curative. Preceduta da un video in cui è stata sintetizzata la lunga e laboriosa preparazione de “sa pompia”, è quindi intervenuta tzia Maria Assunta che, dopo avere illustrato le occasioni tradizionali in cui si preparava sa pompia, nonché i suoi diversi usi gastronomici, ha anche informato come la sua coltivazione venga attualmente curata e studiata dall’Istituto Agrario di Siniscola e sia al centro di un percorso di riabilitazione di persone affette da problematiche mentali. Patrick Syrbe e Claudia Casu, titolari dell’azienda a conduzione familiare SA MEDIFLORA di Pula, hanno infine illustrato e mostrato i diversi prodotti alimentari, cosmetici e medicamentosi che vengono prodotti dall’olio di lentischio della loro azienda. In conclusione i numerosissimi soci e ospiti intervenuti hanno potuto gustare e apprezzare, durante il rinfresco, anche sa pompia e i prodotti contenenti olio di lentischio. Sulla manifestazione è stato pubblicato un articolo sul giornale online Tottusimpari.

Manifestazione “Andare e torrare… per il mio mare colore del vino” 26.09.2015

La manifestazione è stata la prima organizzata nella sede sociale dell’Associazione in via Annone ed ha riscontrato una grande partecipazione sia di soci che ospiti (tutti i posti a sedere erano occupati) E’ stata presentata la raccolta di testi "Andare e torrare….. per il mio mare color del vino” di Paola Pinna. Ha dialogato con l’autrice il Prof. Luca Benassi, giornalista critico e poeta. L'attrice Clara Farina, accompagnata dai musicisti Lavinia Mancusi (voce e violino) e Riccardo Medile (chitarra classica) ha letto diversi testi. La manifestazione è stata completata dalla mostra delle carte dipinte di Rosalba Suelzu che illustrano il testo di Paola Pinna. La serata si è conclusa con una lezione aperta e gratuita di ballo sardo tenuta da Rosanna Becconi, istruttore qualificato di coreographic team e dai un rinfresco di prodotti tipici sardi.

Presentazione del libro “ Le ragazze sono partite” di Giacomo Mameli 12.06.2015

Presso la Sala Pietro da Cortona Musei Capitolin si è tenuta la presentazione del libro di Giacomo Mameli. Il libro racconta  le storie di moltissime donne sarde che nel secondo dopo guerra lasciarono i loro paesi per andare a fare le serve “ sas tzeraccas” a Roma o a Milano ma anche in fabbrica e anche in Svizzera. Insieme all’autore sono intevenute la Cons. Maria Gemma Azuni, le Prof.sse Martina Giuffrè , antropologa, Anna Maria Pedaccini Floris, autrice di saggi sulla metodologie di lettura e scrittura, Maria Vittoria Migaleddu, autrice esperta di psicoe neurolinguistica. L’attrice Maria Rosalba Mereu ha letto brani tratti dal libro, accompagnata alla chitarra dal Maestro Miriam Chiappi.

“Un' anno sull’altipiano. Recital musico/teatrale tratto dal romanzo di Emilio Lussu” Teatro dell’Orologio 27-28-29.03.2015

EMILIO LUSSU - Acrase Associazione Culturale

Lo spettacolo è stato organizzato in collaborazione con MABTEATRO col Patrocinio della Presidenza del Consigli dei Ministri “Struttura di missione per la commemorazione del centenario della prima guerra mondiale” - Spettacolo di rilevanza Nazionale e dal Ce.D.A.C. Sardegna - Circuito Teatrale Regionale Sardo . Il recital; tratto dal memoriale di Emilio Lussu "Un anno sull'Altipiano", traduce in esigenza artistica la volontà di tramandare attraverso il linguaggio performativo di prosa-musicale, il messaggio morale contenuto in essa, nonché onorare la memoria del popolo sardo che con migliaia di vite umane, pagò l'immane prezzo della Grande guerra..

Manifestazione “La Sardegna Nuragica tra identità e alterità” Museo Nazionale Preistorico e Etnografico "Luigi Pigorini"  08.03.2015

La Manifestazione si è svolta, in collaborazione con il Circolo Quattro Mori di Ostia in collegamento con la Mostra “L’isola delle Torri. Giovanni Lilliu e la Sardegna Nuragica” . La conferenza, della Dott.ssa Michela Migaleddu, introdotta la Dott.ssa Alessandra Serges, del Museo Pigorini ha avuto il seguente tema: “La civiltà nuragica si è aperta e confrontata, lungo l’arco dei secoli, con gli egei, i micenei, i mercanti ciprioti, fenici e del vicino oriente, stringendo rapporti, assimilando, influenzando, i popoli che gravitavano nel Mediterraneo. Ha integrato le proprie radici con l’apporto del nuovo, trasformandosi ed evolvendosi. In queste complesse vicende sociali e culturali anche la figura femminile ha seguito una profonda trasformazione, reale e simbolica, che si è espressa nelle manifestazioni culturali dal Neolitico al Nuragico”.

Manifestazione “Sardegna Parole e Musica. Lo sguardo delle donne”
Sala Cittadina del II Municipio  01.03.2015

La manifestazione si è svolta con il patrocinio del II Municipio, della Sezione ANPI intitolata a Marisa Musu e dell’Associazione Toponomastica Femminile che sono intervenuti all’evento, portando il loro saluto e condividendo il progetto di intitolare a Marisa Musu, partigiana sarda che ha operato nella resistenza romana, uno spazio pubblico. La presentazione dei due libri "Petalie" ,la narrazione, attraverso lo sguardo femminile, di 150 di storia d'Italia tra Sardegna e Piemonte , passando per Roma, durante il periodo della resistenza, e "Vinile" che racconta la generazione dei trentenni di oggi e del loro rapporto con i genitori è stata accompagnata dall'esibizione del rapper Kabaddu

Dal 2015 l’Associazione è stata intitolata alla grande artista MARIA LAI.
Il nome diventa:  A.C.R.A.S.E Maria Lai - I Sardi a Roma.

Manifestazione “Per legarci al mondo”  Nuovo Cinema Aquila 30.11.2014

Maria Lai - Acrase Associazione Culturale

La manifestazione, in onore dell’artista Maria Lai, si è articolata nella proiezione del film “Ansia d’infinito“di Clarita Di Giovanni e ha visto gli interventi di numerosi relatori tra cui l’erede universale dell’artista Sig.ra Maria Sofia Pisu e della Vice Presidente dell’Assemblea Capitolina Cons. Maria Gemma Azuni. Alla manifestazione, che ha visto una grande partecipazione di pubblico, ha anche partecipato una delegazione dell’Associazione Toponomastica Femminile in vista di una futura intitolazione di una strada di Roma a Maria Lai.

Nel giugno del 2014 l’Associazione ha rinnovato radicalmente i suoi organismi dirigenti che, tra le prime decisioni, hanno deliberato di aggiungere al nome storico l’intitolazione dell’artista sarda di fama internazionale, Maria Lai, recentemente scomparsa, le cui opere costituiscono una metafora della voglia di dialogo e di condivisione di costruzione di trame di relazioni.

Visioni sarde e Mostra Putzolu - Nuovo Cinema Aquila 28.03.2014
Università Pontificia salesiana 06.04.2014

In collaborazione con la Cineteca di Bologna presentazione dei migliori corto e medio metraggi realizzati da registi sardi o aventi come location la Sardegna, vincitori di un concorso bandito dalla Cineteca di Bologna.

“Araund Casteddu” di e con Giovanni Carroni Teatro Euclide 04.02.2012
e presentazione del libro “Passeggiando.. L’anima di Cagliari” di Rosaria Floris

Spettacolo teatrale, con musiche dal vivo, tratto dai racconti di Sergio Atzeni e interventi dell’autrice del libro e di alcuni personaggi della Cagliari contemporanea.

“Pretas” Spettacolo teatrale” Teatro Euclide 10.12.2011

Sinfonia di un ricordo di e con Antonio Marras. Concerto e presentazione del libro e CD “Passus de Ballu” di Ireneo Massidda.

“Sagra sarda di primavera” Parco della Marcigliana” 30.05.2009

In collaborazione con il IV Municipio di Roma, Ente Roma Natura e Coldiretti di Roma. Giornata articolata in esibizione del gruppo folk di Posada, concerto della cantante Rossella Faa, convegno/concerto sugli antichi strumenti sardi : launeddas, sulittu, e trunfa..

“L’Isola che c’è: Sardegna incontra Roma”
Piazza Sempione IV Municipio  20-21.10.2007

In collaborazione con il Comune di Roma e il IV Municipio due giorni articolati in concerti, spettacoli di danza, due convegni sul pensiero di Gramsci e su Cagliari e altre realtà urbane dell’Isola; con la presenza di stand di prodotti sardi.